Paolo Cabrini

/media/paolocabrini.jpg

Sono nato a Firenze nel 1967 ma vi rimango per poco tempo trasferendomi presto a Milano, dove nei primi anni 80 mi iscrivo al Liceo Artistico Statale II.

Successivamente frequento i corsi serali di Tecniche Calcografiche presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, sotto la docenza di Carla Tolomeo, la quale mi introduce nei primi anni 90 nella Stamperia d’Arte Calcografica dell’Editore Raffaele Bandini a Milano.  

La frequentazione della stamperia, durata otto anni, mi ha permesso di completare la mia formazione tecnica con l’insegnamento dello stampatore Moreno Chiodini, la cui amicizia fraterna resta la più importante nella mia vita.

In quegli anni conosco anche le stamperie d’arte di Carlo Linati e Giorgio Upiglio. Interessandomi molto all’espressione grafica latinoamericana di cui Giorgio Upiglio resta forse il primo editore a introdurla nel panorama della calcografia italiana. 

E’ attraverso la stamperia di Raffaele Bandini che stringo amicizia con Veronika Van Eyck, una importante scultrice allieva di Marino Marini, con cui fin da subito creo un sodalizio artistico e intellettuale durato fino alla sua prematura scomparsa. 

Esperienza in Nicaragua, xilografia

Nel luglio del 1994 affronto il primo, di molti altri viaggi, nel continente latinoamericano, andando come volontario in Nicaragua, un paese appena uscito dalla guerra civile. L’esperienza nicaraguense mi ha arricchito molto sull’uso della xilografia unita alla protesta politica maturata in ambito sandinista. 

Da qui la mia passione per il poeta nicaraguense Leonel Rugama morto nella rivoluzione e di cui ho avuto la fortuna di conoscere la madre attraverso una breve corrispondenza.

Studi Manzoniani

E’ sempre grazie a Carla Tolomeo che faccio la mia conoscenza del Prof. Giancarlo Vigorelli, suo marito, allora presidente degli  Studi Manzoniani con cui ho maturato una raffinata passione per il pensiero manzoniano.  Vigorelli, oltre all’umanità e alla conoscenza della letteratura, di cui rivestiva il ruolo di Segretario Generale della Comunità Europea degli scrittori dal 1958-1968, nel frequentarci mi ha trasmesso una conoscenza letteraria alta e dall’impegno civile e morale che resta alla base della mia cultura.  

Pulcinoelefante, libri d'artista e incisioni

E’ nell’estate del 1998 che mi incontro per la prima volta con Alberto Casiraghi a Osnago, editore delle Edizioni Pulcinoelefante.  Da qui l’inizio di una serie di collaborazioni legate al libro d’artista. Realizzo con lui ben 14 edizioni. 

I molti pomeriggi passati da Alberto, mi mettono in contatto diretto con diverse persone del mondo della letteratura e dell’arte, tra queste, l’indimenticabile Alda Merini. Ma anche Adriano Porazzi, ultimo xilografo milanese che mi apre le porte al mondo della xilografia, completando così il percorso nelle tecniche calcografiche. 

La xilografia diviene subito, per me, lo strumento indispensabile per la realizzazione delle mie matrici lignee che ben si sposano ai caratteri tipografici destinati alla stampa a rilievo dei  manifesti e delle cartoline “scoccianti”.

Nella domesticità casalinga dell’editore del Pulcinoelefante, stringo anche amicizia con  Roberto Dossi, allora braccio destro di Alberto, che nel tempo crea una sua casa editrice: i Quaderni d’Orfeo da cui nascono alcune interessanti edizioni progettate insieme, come l’importante cofanetto dedicato al poeta Dino Campana dal titolo, “Dentro ali di fuoco” del 2005  con mie incisioni. L’opera viene poi acquisita dal Centro Studi Campaniano di Marradi (FI). 

Con Roberto, oltre la splendida amicizia, imparo i primi rudimentali elementi sulla composizione tipografica, fondamentali per svolgere quello che sarebbe divenuto il mio vero e proprio percorso artistico con l’uso della tipografia. 

E’ sempre Roberto a farmi conoscere in quegli stessi anni, un altro editore lombardo, Luciano Ragozzino con la sua casa editrice “Il ragazzo innocuo” da cui esce nel 2005 il volumetto “Animanie” della collana Sculpit-Scriptsit. 

Pratiche dello Yajè

Giungo così nel 2007 alla fondazione della mia casa editrice Pratiche dello Yajè.  “Inesistente”, in quanto mai registrata in tribunale, ma che diventa il marchio di fabbrica di ogni produzione tipografica: dall’edizione d’arte, al manifesto sino alle cartoline.  

Da diversi anni porto avanti un progetto denominato Arte Tipografica Collettiva, rivolto a scuole e biblioteche, dove l’uso della tipografia diventa un mezzo o un pretesto per svolgere un lavoro collettivo di gruppo con i ragazzi. Un progetto didattico che propone il senso della collettività nella realizzazione di un manifesto tipografico

Questo progetto, recentemente è entrato a far parte di un programma dedicato alla giornata della salute mentale con il Centro Psico Sociale di Ospedale Niguarda Milano e l’Associazione Contatto Onlus. Dove l’esperienza del fare arte collettivamente ha creato interessanti vantaggi di scambio e relazione tra chi è portatore di un disagio psichico.

Pratiche dello Yajè con l’Arte Collettiva Tipografica ha svolto anche due serate-incontro col pubblico, durante l’esposizione dell’artista spagnolo Santiago Sierra al PAC di Milano.

Si è lavorato sul manifesto tipografico come mezzo di comunicazione nell'ambito dell'arte di protesta di cui Sierra è un esponente contemporaneo. Il risultato è stato notevole. 

La mia passione per Manzoni, mi ha portato anche ad alcune collaborazioni con Il direttore museale Mauro Rossetto di Villa Manzoni a Lecco, con degli incontri per i ragazzi delle scuole sul manifesto, in occasione di una mostra dedicata al Manzoni  presso la Torre Viscontea a Lecco nel 2017. 

Principali collaborazioni editoriali

  • Xilografia per il ritratto Dino Campana (1998) Centro Studi Campaniano, Marradi (FI)
  • Xilografia monotipo,  per il poema “il peso della luce” di Mauro Zanchi, (2004) Edizioni Quaderni d’Orfeo
  • Xilografia per il poema  di René Char “In trentatré frammenti”, (2006) Edizioni Quaderni d’Orfeo
  • Xilografia per la copertina della rivista “Studi Culturali” anno 2014/II Edizioni il Mulino°- Bologna
  • Xilografia per la copertina della storica rivista romagnola “La Piè” (2018).  Fondata da Aldo Spallicci nel 1920,  la cui caratteristica fin dagli esordi, fu quella di chiedere ad artisti, di realizzare la copertina con una xilografia, per valorizzarne la tecnica.

Incontri e principali esposizioni

  • “CARATTERI SLEGATI” -  CPS Centro Psico Sociale Milano Comasina 2018, Otto incontri  di Arte Tipografica Collettiva,  con i pazienti del centro, dedicati alla Giornata Mondiale sulla Salute Mentale, presso La Fabbrica del Vapore – Milano. In collaborazione con Ass. Contatto Onlus e Ospedale Niguarda Milano
  • GOMMA Festival dell’illustrazione, Settembre 2018 - Milano
  • LPW Letter Press Workers 2018 Milano (raduno internazionale dedicato all’Arte Tipografica)
  • Scuola Media Carimate (CO) progetto sui 70 anni della Costituzione Italiana – Manifesto tipografico.
  • AFA III° edizione,  2018 (mostra mercato dell’illustrazione)
  • Casa della Cultura Benjamin Carrion Machala - El Oro - Ecuador  (Marzo 2018) exposicion sobre el cartelismo. 
  • FRUIT Bologna 2018 (mostra mercato dell’illustrazione)
  • PA CHEW GO  2017  Milano (mostra mercato dell’illustrazione.  Spazio Base Milano)
  • LPW Letter Press Workers 2017 Milano (raduno internazionale dedicato all’Arte Tipografica)
  • PAC Padiglione d’Arte Contemporanea Milano,  “Manifestando” 2017 (due incontri serali di Arte Collettiva Tipografica, col pubblico, durante la personale dell’artista spagnolo Santiago Sierra)
  • AFA II° edizione,  2017 (mostra mercato dell’illustrazione)
  • Biblioteca Rionale Zara 100 Milano 2017 (incontro con la V liceo Scientifico sulla storia del Manifesto Tipografico)
  • FRUIT – Bologna 2017 (mostra mercato dell’illustrazione)
  • GELATI  Fanzine Festival dell’illustrazione – Genova 2016
  • AFA, I edizione,  Milano  (2016)  Leoncavallo , (mostra mercato dell’illustrazione)
  • Casa della Cultura Benjamin Carrion Machala - El Oro - Ecuador Marzo (2016) Incontro sulla xilografia e il libro d’artista.
  • Casa della cultura Benjamin Carrion Machala - El Oro - Ecuador Febbraio (2014)
  • Isola Libri - Milano (2013) Incontro ed esposizione sulla xilografia di protesta.
  • Centro Studi Campaniano Marradi (Fi) (1997) donazione del ritratto del poeta, realizzato  all’acquaforte e acquatinta e stampato da Moreno Chiodini.

 

il senso della vita